CRISTINA BALMA-TIVOLA

KRI "muovere [k] liberamente [ri]" | STI "stare [s] in moto [ti]" | NA "effetto [ā] del soffio vitale delle acque [n]"

CRISTINA BALMA-TIVOLA

Baci, amore e morte: verità che certe persone non accettano

Sulla tomba di Oscar Wilde i visitatori lasciavano scritte e posavano le labbra per un bacio. Baci di apprezzamento, amore, affetto nel lucido sogno di restituire calore a una persona vissuta nel passato che ancora ci parla con i suoi scritti e magari ci aveva detto qualcosa per noi significativo.

E ora alcuni hanno pensato bene di procedere a una ‘pulizia’ di tutto ciò – alla rimozione di tutti questi segni. Dicono che deturpano il monumento. Cancelleranno tutto. E poi inseriranno un’asettica lastra di cristallo per evitare il contatto tra visitatori e tomba e conservare questa inalterata|inalterabile nel tempo.

Io credo che qualsiasi cosa umana vada ‘vissuta’, e quindi condanno con ogni forza chi parla di ‘scempio’ perché s’è posato un bacio su una lapide: che vita avete, voi che volete le cose inalterate nel tempo, cristallizzate, con la speranza che non cambino mai? Non vedete inscritta la storia dei nostri respiri – del nostro essere vissuti in un certo tempo, in un certo luogo – in questi segni?

<a href="http://squealingthrougheurope.files.wordpress.com/2011/06/20110609-011250.jpg?w=700" imageanchor="1" style="clear: left; float: left; margin-bottom:
em; margin-right:
em;”>Non vi rendete conto che tutto – anche l’iscrizione su una pietra, o un segno dato da un visitatore, o la tomba stessa quando la natura riprenderà il sopravvento – è comunque soggetto a morire, decomporsi, quindi rinnovarsi e rientrare in un nuovo ciclo? Pensate che sarete immuni dalla morte se riuscirete a fare restauri che lascino inalterate nel tempo le cose?

Io considero un crimine, piuttosto, che l’atto simbolico di qualcuno verso un’altra persona vissuta prima sia stato cancellato.

Avete mai perso qualcuno che amavate, rimanendo la tomba e il vostro cuore gli unici luoghi in cui qualcosa di quella persona – che sia il suo corpo o il ricordo del suo sguardo – dimora ancora? Se poteste baciare qualcosa di suo, e per un attimo illudervi di baciare quella persona che amavate, ditemi: non lo fareste?

E allora perché avete tolto questa possibilità a chi aveva desiderio di farlo?