CRISTINA BALMA-TIVOLA

KRI "muovere [k] liberamente [ri]" | STI "stare [s] in moto [ti]" | NA "effetto [ā] del soffio vitale delle acque [n]"

CRISTINA BALMA-TIVOLA

Le mappe degli stereotipi culturali di Alphadesigner

Yanko Tsvetkov è un brillante artista bulgaro meglio conosciuto come alphadesigner. A parte invitarvi a leggere la sua autodescrizione che lo qualifica ai miei occhi come incarnazione assoluta di ciò che secondo me dovrebbe essere e fare un artista, riporto qui il suo progetto delle ‘mappe degli stereotipi culturali’ – ovvero rappresentazioni di come, nel nostro mondo, ciascuna cultura viene Read more…


Mapping Workshop: “Luoghi non comuni | San Salvario @ Cantiere25, Torino! 29|12|2011

Mapping workshop gratuito “Luoghi non comuni | San Salvario” 29|12|2011 h. 16-20 @ Cantiere25 via Berthollet 25, Torino Di un luogo si può fare una precisa cartografia in scala. Oppure se ne possono realizzare infinite mappe personali, rappresentando in totale libertà di forme, materiali e soggetti i luoghi importanti per noi – i negozi dove siamo soliti fare acquisti, i Read more…


Googlemaps incontra Rorschach

James Bridle è un artista inglese che – sul sito Rorschmap.com – ha diviso in quattro sezioni speculari lo schermo sul quale scorrono le immagini da googlemaps. Scorrendo con il mouse potete creare evoluzioni e ricami attraverso fiumi, laghi, catene montuose, pianure e città. E inserendo coordinate o indirizzi potrete verificare le vostre mappe stradali o satellitari a effetto caledoscopio.


Le mappe reinterpretate da Ingrid Dabringer

L’artista canadese Ingrid Dabringer rielabora quelle che sono illustrazioni comuni – quali mappe di stati e continenti – gettandovi uno sguardo personale che fa emergere immagini e soggetti che rappresentano la sua interpretazione – con la propria pittura – del materiale di base.


Francesca Berrini: da mappe reali a collage d’artista

Le mappe – e qui ve ne fornirò una rassegna perché sono ragione per me di grande fascino – in moltissimi casi possono essere considerate vere e proprie opere d’arte. Relativamente immediato desiderare di lavorarvi sopra gestendole come collage, come fa Francesca Berrini, la quale guarda con curiosità ai confini, ma nel medesimo tempo vi sovrappone la propria consapevolezza degli Read more…


Cartografie soggettive di territori virtuali: perché no?

Di solito penso alle mappe come modalità di visualizzazione di luoghi concreti, eppure… eppure ormai parte della nostra vita e della nostra identità è spesa anche in luoghi virtuali, luoghi che non sono spazi, ma sono anche privi di materialità – evanescenti. Eppur reali. ‘Territori’ nuovi – con nuove estensioni, confini, popolazioni, comunità, sistemi di valori e norme di comportamento.Potremmo Read more…


Hackney (London) /2

Di qui chiedemmo ai partecipanti di cominciare a disegnare ciascuno la propria mappa individuale del quartiere, e quelli che seguono sono momenti e risultati del loro/nostro (perché la disegnammo anche noi!) lavoro.   © Martina Macconi © Cristina Balma-Tivola © Cristina Balma-Tivola © Cristina Balma-Tivola © Cristina Balma-Tivola © Cristina Balma-Tivola © Cristina Balma-Tivola Le mappe così realizzate vennero appese Read more…


Hackney (London) /1

Il laboratorio di cui parlo oggi è in realtà avvenuto lo scorso 24 aprile 2010 ad Hackney, Londra (UK), ed nato dalla mia volontà di giocare con altre persone – con il disegno, la memoria, il dialogo e la percezione di un luogo urbano – nel quartiere in cui vivevo, un’area del nord-est della città caratterizzata dalla presenza di immigrati Read more…